La disfatta di Enzo Biagi

La disfatta di Enzo Biagi

20,00

Disponibile

Rizzoli prima edizione 1993

Disponibile

COD: G/SCA/SAGG/115 Categoria: Etichette: , , ,

Descrizione

La disfatta di Enzo Biagi (G/SCA/SAGG/115)

Rizzoli prima edizione 1993. Copertina rigida più sovraccoperta. Pagine 228.

Ottime condizioni. Nessuna mancanza. Come da fotografia. Da collezione.

Il 7 febbraio 1992 veniva arrestato a Milano l’ingegner Mario Chiesa, socialista, presidente del Pio Albergo Trivulzio, che comprende la “Baggina”, la casa ricovero per anziani, e l’orfanotrofio dei “martinitt”. L’avevano beccato con una mazzetta di sette miserabili milioni in mano: un piccolo imprenditore di Monza – Luca Magni – si era stancato di continuare a versargli tangenti per poter lavorare e l’avevano denunciato. Sembrava una cosa da nulla, fastidiosa si, ma niente di particolarmente rilevante. Ma poi quei sette milioni si trasformano in miliardi, l’ingegner Mario Chiesa non accetta di rimanere in carcere e di essere liquidato sbrigativamente (e sprezzamente) dal segretario del suo partito – Bettino Craxi – come un semplice “mariuolo” e comincia a vuotare il sacco con il giudice Antonio Di Pietro. Il resto è cosa nota: Tangentopoli, le elezioni del 5 aprile 1992, gli arresti a catena, una classe politica sotto accusa e allo sbando, alla fine della Prima Repubblica…