Collezionare gli Angeli

Collezionare gli Angeli

Il termine “Angelo” deriva dal greco ànghelos e significa “messaggero”. Con il cristianesimo ha assunto il significato di “messaggero di Dio”.

Il mondo degli angeli ha da sempre affascinato gli artisti. A loro si sono ispirati grandi pittori e incisori del passato. Di angeli sono state adornate chiese, cappelle private,  sono stati decoro di importanti mobili antichi. Si sono realizzati complementi d’arredo: cimase, specchiere, scatole,  candelabri, fino a preziosi gioielli… e non ci sorprende sapere che i collezionisti di questo particolare soggetto sono centinaia se non migliaia nel mondo.

Non è solo l’idea che esistano e che siano realmente fra di noi a confortarci, ma la loro immagine ci rasserena e ci accompagna nel nostro cammino quotidiano tanto da volerli vedere intorno a noi nel vero senso della parola.

Gli angeli come oggetti da ricercare e collezionare sono tornati di gran moda negli ultimi anni, sono i nostri capo-letto, i quadri delle nostre case, le candele ornamentali che amiamo di più e ci piace che adornino il nostro albero di Natale. Sono un soggetto ricercatissimo anche per chi colleziona arte sacra: reliquiari, acquasantiere e santini; fino alle vecchie  cartoline postali o alle care letterine di Natale rifinite con la porporina.

Angelo/a è anche un nome proprio e assumendo il significato dell’anima vuol dire “colui che illumina la terra”. L’onomastico si festeggia il lunedì dell’Angelo (il giorno dopo la Santa Pasqua) ma anche il 31 maggio, giorno della Visitazione alla Beata Vergine (messaggero di Dio per annunciare la maternità alla Madonna).

Aforismi:

“Segui la tua strada, lascia parlare il tuo cuore, ascolta la tua anima e in fondo alla via troverai il tuo Angelo (Anonimo)
“…Quando la luna perde la lana e il passero la strada, quando ogni angelo è alla catena ed ogni cane abbaia, prendi la tua tristezza in mano e soffiala nel fiume, vesti di foglie il tuo dolore e coprilo di piume…” (Fabrizio de André – Canto del servo pastore)
“Se anche cantassi come gli angeli, ma non amassi il canto, non faresti altro che rendere sordi gli uomini alle voci del giorno e della notte” (Kahlil Gibran)
“Io sono Gabriele che sto al cospetto di Dio e sono stato mandato a portarti questo lieto annuncio” (Vangelo secondo Luca)
“Ogni Angelo appartiene al Creato nell’infinito disegno divino, ogni uomo appartiene al proprio Angelo Custode” (Anonimo)
“Perché io sento che Lassù nel cielo l’un l’altro bisbigliano gli Angeli, tra le loro ardenti parole d’amore, non possono una più sacra di Madre trovarne” (Edgar Allan Poe)
“Voglio un angelo che mi consoli dopo essermi liberata di lacrime che non piango” (Anonimo)
“Anche quando ti senti solo, un Essere di Luce è sempre vicino a te” (Anonimo)
“Arcangelo bene ammaestrato nel gesto delle ore dodici, finge una collera dolce di piume e usignoli. E canta nella sua vetrata” (Federico Garcia Lorca)
“…Gli aranci sono grossi, i limoni sono rossi/lassù, lassù nei verdi pascoli ogni angelo è un bambino, sporco e birichino/lassù, lassù nei verdi pascoli…” (Fabrizio de André – Verdi pascoli)
“Chi non trova il paradiso quaggiù non lo troverà neanche in cielo. Gli angeli stanno nella casa accanto alla nostra ovunque noi siamo” (Emily Dickinson)
“Se io incontrassi un Sacerdote ed un Angelo, saluterei prima il Sacerdote e poi l’Angelo” (S. Francesco d’Assisi per la dignità del Sacerdote)
“Sopra i cieli vi sono esseri non soggetti ad alterazioni o a passioni, che conducono vita ottima ed eterna” (Aristotele)
SMS: “Ci sono 20 angeli, 10 stanno facendo un sonnellino sulla loro nuvoletta, 9 giocano contenti e 1 dolce angioletto sta leggendo questo sms”. Ti voglio bene.

Curiosità:

Il nome Angelo o Angela ha derivazione greca e significa “messaggero”, l’angelo fu infatti il messaggero di Dio e, secondo la tradizione, è intermediario tra Dio e gli uomini. L’onomastico per lui è il 5 maggio e per lei il 27 gennaio. La ricorrenza per i ss. Arcangeli è il 29 settembre.
La collezione di angeli più numerosa appartiene a Joyce e Lowell Berg di Beloit, Wisconsin (USA). Alla data del 2001 possedevano 12037 statuette di angeli e cherubini, carillon e vari oggetti tutti rigorosamente a forma di angelo. Essendo trascorso qualche anno da allora, si presuppone che la collezione sia ulteriormente cresciuta.
Bernini volle testimoniare il forte legame tra gli angeli e l’uomo: il Ponte di Castel Sant’Angelo in Roma conta dieci alte statue di angeli lungo il suo percorso.

Da Paginebianche.it
In Italia, alla data dell’8.11.2005 risultano 281 cognomi alla parola “Angelo” e ben 3.038 al cognome “Angeli”.
In Italia abbiamo diversi paesi il cui nome è riferito agli Angeli:

Angeli di Rosora (AN); Città S. Angelo (PE); Castel S. Angelo (RI); Sant’Angelo (NA); Sant’Angelo di Avigliano (PZ), di Brolo (ME), di Celle (PG), di Cetraro (CS), di Mercato San Severino (SA), di Piove di Sacco (PD), di Senigallia(AN).
Sant’Angelo a Cancelli (AV), a Cupolo (BN), a Lecore (FI), a Scala (AV), all’esca (AV), d’Alife (CE), dei Lombardi (AV), del Pesco (IS); Sant’Angelo Fasanella (SA); Sant’Angelo Gerocarne (VV); Sant’Angelo in Colle (SI), in Formis (CE), in Grotte (IS), in Lizzola (PU), in Mercole (PG); in Pontano (MC), in  Theodice (FR), in Vado (PU), in Villa (FR); Sant’Angelo Le Fratte (PZ); Sant’Angelo Limosano (CB); Sant’Angelo Lodigiano (LO); Sant’Angelo Lomellina (PV); Sant’Angelo Muxaro (AG); Sant’Angelo Romano (RM).
Francesco Renga ha vinto l’edizione del Festival di Sanremo 2005 con la sua “Angelo”.
“Notte fonda senza luna
e un silenzio che mi consuma
Il Tempo passa in fretta e tutto se ne va…
preda degli eventi e dell’età
Ma questa paura per te non passa mai
Angelo, prenditi cura di lei…”
Arcangelo – Nome di origine greca e significa “il capo degli angeli”. La ricorrenza cade il 29 settembre.
Le cascate dell’Angelo (Venezuela) compiono il salto d’acqua più alto del mondo. In confronto, quelle del Niagara sono 16 volte meno elevate.

 

2017-11-07T17:06:54+00:00 Articoli e recensioni|